31

Se il derby sul campo non ha visto nè vincitori nè vinti, quello dell'imbecillità sugli spalti di San Siro ha visto protagonisti l'una e l'altra tifoseria. Mario Balotelli e Antonio Cassano, i grandi ex della sfida, sono stati fatti oggetto di cori e striscioni che non rispecchiano per nulla la civiltà e la sportività di una città che ha sempre dimostrato di vivere la stracittadina con la correttezza giusta.

Dai canti "Balotelli uomo di m...a" a "Milito salta con noi", si è passati all'esposizione di striscioni che alludevano alle vicende personali degli uomini-derby più attesi: "Balotelli non riconosce la figlia? Allora è un vizio di famiglia" e le banane gonfiabili esposte contro il milanista, "Montolivo playmaker, Cassano pacemaker", Un modo indegno di rovinare l'atmosfera di grande fair-play mantenuto dal resto degli spettatori e che non fa onore allo spettacolo offerto in campo dalle due squadre.