574
Sarà Simone Inzaghi a sostituire Conte sulla panchina dell’Inter. L’ormai ex tecnico della Lazio ha trovato l’accordo che lo legherà ai nerazzurri: 4 milioni di euro l’anno (più 1 di bonus) per le prossime due stagioni, mentre la Lazio si era spinta fino a 2,3 più bonus. Ieri pomeriggio il suo agente, Tullio Tinti, ha sostato per circa tre ore nella sede di viale della Liberazione, il tempo necessario per stilare il contratto nei dettagli e per le prime telefonate di rito con la sua nuova dirigenza. Manca solo l’ufficialità, ma presto arriverà anche quella. Il tempo di sistemare le ultime faccende burocratiche e poi si metterà in viaggio verso Milano, dove dovrebbe arrivare tra sabato e domenica.

NEL SEGNO DELLA CONTINUITÀ TATTICA -  A Milano, intanto, c’è grande attesa per conoscere quella che sarà la sua Inter. Si proseguirà sull’impronta del 3-5-2 impostato da Antonio Conte, modulo che è sempre stato di riferimento anche per Simone Inzaghi. Anzi, l’idea di dare continuità tattica al progetto avviato dal tecnico salentino ha inciso molto, l’Inter ha insistito per avere Inzaghi anche perché ritiene che sia il tecnico più idoneo alle caratteristiche dei calciatori presenti in rosa. Con Sarri, per esempio, sarebbe servita una rivoluzione.
ATLETICO IN PRESSING SU LAUTARO - Inzaghi non erediterà la stessa squadra di Conte, Zhang e Marotta sono stati chiari: sarà necessario vendere uno o anche due calciatori se i nerazzurri non riusciranno a piazzare tanti dei calciatori che oggi sono in prestito in giro per l’Europa. Il primo indiziato a lasciare i nerazzurri è Lautaro Martinez, l’argentino ha offerte dalla Spagna, l’Atletico Madrid fa sul serio e nei prossimi giorni Camano potrebbe recapitare a Milano la proposta degli spagnoli. Inzaghi si augura che i sacrifici possano terminare con la cessione dell’argentino e a dire il vero questo è anche quanto promesso da Marotta alla delegazione della Curva presentatasi in sede mercoledì. Nei prossimi giorni la situazione inizierà ad essere più chiara a tutti. Intanto l’Inter in 24 ore dalla separazione con Conte ha scelto il nuovo allenatore.