67
Il ds dell'Inter Piero Ausilio, al seguito della squadra nel ritiro a Riscone di Brunico, è intervenuto a Sky Sport.

COLIDIO - "Non possiamo confermarla, non è stata ancora chiusa ma ci sono ottime possibilità. C'è un'intesa di massima col Boca ma sarà perfezionata solo a gennaio perché il giocatore è minorenne".

TANTI GIOVANI - "Noi abbiamo sempre lavorato con i giovani, ce ne sono tantissimi cresciuti nell'Inter che giocano in Serie A e all'estero. Quest'anno c'è stata la possibilità di investire, abbiamo individuato dei talenti e ci è sembrata la cosa più giusta anticipare il mercato perché i costi ora sono decisamente alti. Speriamo di aver visto bene, ma ne sono sicuro".

DAI GIOVANI ALLA PRIMA SQUADRA - "E' più divertente e meno stressante con i giovani, le soddisfazioni sono enormi perché vedi il tuo lavoro crescere giorno dopo giorno. Vederli cresce è il massimo. Io ho avuto la fortuna di avere intorno a me gente brava che mi ha permesso di costruire un bel gruppo di lavoro, prima alla Pro Sesto poi all'Inter".

SPALLETTI - "Perché lo abbiamo scelto? E' un bravo allenatore. Basta questo a far capire le motivazioni. L'ho conosciuto bene nell'ultimo mese, prima non avevo mai avuto il piacere. E' già sul pezzo, motivato ed ambientato nell'Inter. Sono convinto che sia la persona giusta. Ai tifosi non posso che dire di stare tranquilli perché è stata affidata ad una persona che sa quello che fa. Me lo aspettavo così grintoso da subito? E' una persona seria e sincera. Voleva dire altro. Sa bene di cosa parliamo e sa bene quali sono i nomi che abbiamo in testa. Non ci facciamo prendere dall'ansia di chiudere le cose rapidamente. Abbiamo una buona base di qualità, non è da costruire ma da migliorare. Noi sappiamo dove e sono sicuro che al 31 agosto sarà l'Inter che volevamo costruire". 

NAINGGOLAN - "So onestamente poco, seguo la sua storia come quella di altri calciatori. Bisogna guardare in casa propria, ho già i miei di problemi e cerco con gli altri membri dell'area tecnica di migliorare la squadra e stiamo attenti sul mercato.

SUNING - "Come si lavora con i cinesi? Sono persone molto riservate, molto serie e che credono nella progettualità, che è sempre a lungo termine. Sono un gruppo bello solido che vuole costruire un'Inter che duri nel tempo. Caratterialmente siamo diversi perché abbiamo culture diverse, ma questo poi portrà solo benefici all'Inter. Una società attenta agli aspetti tecnici e manageriali. Solo così si può durare nel tempo. Sono molto attenti e con voglia di programmare. E' la base del loro successo. In Cina hanno costruito con questa mentalità e non vedo perché debbano cambiare. Suning ha avuto successo in molte aree e voglio anche farlo nel calcio, ma in un anno non si inventa nulla. Questo gruppo riporterà l'Inter ai fasti del passato".

UN GRANDE COLPO - "I sogni sono belli perché possono essere realizzati. La mia realtà mi fa fare altri ragionamenti: la squadra si costruisce con logica, vogliamo fare questo. In questo senso bisogna tenere conto della logica del gruppo. Non si può pensare di portare chi guadagna 3-4 volte di più del nostro miglior giocatore. Questo però non esclude occasioni importanti per migliorare l'Inter. Vogliamo magari valutare giovani e top player che all'Inter possono trovare una nuova dimensione".
GABIGOL - "Non è una cosa così strana che abbia fatto fatica. Arriva da un campionato diverso, ci sta avere difficoltà di ambientamento e tattiche. Il calcio brasiliano è più individualista del nostro. Doveva crescere anche fisicamente, lui lavora tanto e bene. Ha voglia di imparare e diventare importante. Dobbiamo capire quale sia il percorso migliore per la sua crescita. Deve diventare un giocatore da Inter. Magari farà bene un prestito, valuteremo con Spalletti".

DALBERT - "C'è una trattativa, abbiamo manifestato interesse. E' una cosa lunga, il Nizza non vuole venderlo, bisogna avere pazienza e strategia. Dobbiamo rispettare le scelte del Nizza".

PERISIC MANCHESTER UNITED - "Non ci siamo, qui si allena molto bene. Non abbiamo preso in considerazione nulla di quello che hanno offerto".

JOVETIC - "Nulla di nuovo".

LUCAS LIMA - "Buon giocatore".

MEDEL-TIGRES - "Mai sentiti".

RAPPORTO CON SABATINI - "Ci sarà occasione per stare tutti insieme e parlare. E' normale che con il Mister in ritiro siamo stati insieme io e lui ma siamo in contatto telefonico giorno e notte. Domani staremo tutti insieme e faremo il punto su tutto, in entrata e in uscita".

PISTE - "Nessuna pista è stata abbandonata. Ogni posizione ha un nome, abbiamo una scelta per ogni ruolo. Al 31 di agosto l'Inter sarà forte e competitiva".