100
Handanovic 6,5: In presa bassa blocca l’insidiosa conclusione di Barrow, deviata da Skriniar. Prova l’impossibile sul gol di Vignato, ma non può arrivarci. Nei secondi finali mura prima Dominguez e poi Vignato nella stessa azione. 

Skriniar 6,5: Solido, roccioso, quello di un tempo. Mihajlovic schiera Barrow sul suo lato per metterlo in difficoltà con gli spunti del gambiano, ma lo slovacco trasforma la potenziale intuizione del tecnico rossoblù in una pessima idea.

de Vrij 6: Porta il primo squillo in area avversaria colpo di testa neutralizzato da Sirigu. Sul gol ospite non è perfetta la sua posizione.

Bastoni 6,5: Tranquillità da leader.

(Dal 38’ s.t. D’Ambrosio: s.v.)

Hakimi 8: Inizia con un filo di timidezza, si scioglie piano piano. Trova l’idea vincente quando taglia il campo e riceve il preciso assist di Brozovic che lo manda a concludere davanti a Skorupski. Fa tutto da solo quando riceve da Vidal, mette nel mirino la porta e va a conquistarla facendo 30 metri palla al piede e trovando il sinistro a giro dal limite. Devastante.

(Dal 26’ s.t. Darmian 6: Entra in un momento favorevole e si limita a tenere ordine).

Vidal 6: Gestisce le energie, si limita al compitino. Si fa notare solo per l'apertura verso Hakimi che porta al 3-1 nerazzurro.

(Dal 26’ s.t. Barella 6,5: Entra e dalla tribuna percepisci la sua leadership in mezzo al campo. Cresce anche da questo punto di vista).

Brozovic 7,5: Ha occhi da tutte le parti. Vede e premia il taglio di Hakimi, che si ritrova davanti a Skorupski e sigla il 2-0. È on fire, partecipa emotivamente e fisicamente. È dentro l’Inter. Nuovamente.

Gagliardini 6,5: Hakimi gli serve un buon pallone in area di rigore ma giusto il tempo di mettere la porta nel mirino che gli piomba addosso Medel a murargli la conclusione e mandarla in angolo. Prende il tempo a Svanberg e impatta di testa ma il tentativo finisce alto. Da mezzala è molto più utile.

Perisic 6,5: Punta l’uomo e va al cross per servire Lukaku, che prima sbuccia il pallone e poi trova la porta. Gestisce il resto della gara con grande diligenza tattica.

Lukaku 6,5: La strapotere fisico è tale che si disfa di Tomiyasu come ad allontanare un moscerino. Prima ciabatta la palla, poi la accarezza per mandarla sotto la traversa. Poi lanciato in contropiede, a tu per tu con Skorupski, sbaglia un gol semplice, anche per merito del portiere avversario.

(Dal 26’ s.t. Lautaro 6: Buon piglio, ma manca di precisione sotto porta).

Sanchez 7: Un moto perpetuo. Mette la sua qualità al servizio della squadra, intercetta un retropassaggio di Hickey e manda in porta Lukaku, che però fallisce l’occasione. Accende il gioco. 

(Dal 46’ s.t. Eriksen: s.v.)

Conte 7: Sette per come prepara la partita, 0 per l'accanimento mostrato verso Eriksen, spedito nuovamente in campo nei minuti di recupero.

BOLOGNA
Skorupski 7: Plastico colpo di reni a respingere il tentativo aereo di de Vrij. Non può nulla sul gol di Lukaku mentre, sempre sul belga, compie un mezzo miracolo in uscita bassa. Beffato dal tocco preciso di Hakimi, bravo ad andare giù per respingere sul tiro a incrociare di Sanchez. Punito ancora una volta dal marocchino, sempre di giustezza. 

Medel 6: Suo l’intervento provvidenziale su Gagliardini a evitare l’1-0 nerazzurro. L'ultimo dei suoi ad arrendersi, esce per un colpo.

(Dal 18’ s.t. Dominguez 6: Subito decisivo col servizio per Vignato).

Danilo 5,5: Soffre le infilate nerazzurre, bravo in chiusura su Lautaro.

Tomiyasu 5: Annientato dalla fisicità di Lukaku al centro dell’area di rigore, il belga si libera della sua marcatura e sigla il vantaggio nerazzurro.

De Silvestri 5: Invisibile in fase offensiva. 

Svanberg 5,5: Prova a ragionare col pallone tra i piedi ma i suoi opposti vanno al doppio.

(Dal 18’ s.t. Vignato 6,5: Entra e trova il gol che per qualche secondo offre speranza di rimonta).

Schouten 5,5: La mediana è terreno di conquista dei nerazzurri e ne soffre anche lui.

Hickey 5: Con un retropassaggio suicida innesca il contropiede nerazzurro che spedisce Lukaku alla conclusione, serve un miracolo di Skorpuski per evitare il peggio. Trova un Hakimi ispirato e lo soffre per tutta la partita, rischiando anche il rosso per doppia ammonizione.

(Dal 18’ s.t. Khailoti 5,5: Impatto non sufficiente).

Soriano 5: Alla continua ricerca della giusta posizione. Non la troverà.

Barrow 5: Il Bologna ha bisogno delle sue giocate, i compagni lo cercano con assiduità ma lui non si accende mai.

(Dal 34’ s.t. Rabbi: s.v.)

Palacio 5,5: Un’intera partita trascorsa in ombra, poi il colpo di tacco che apre al Bologna le porte per il gol che riapre il match. Più figlio dell'istinto che del ragionamento).

(Dal 34’ s.t. Vergani: s.v.)


Mihajlovic 5: Bologna rinunciatario, prova a scuoterlo con i cambi ma ci riesce in parte.