Commenta per primo

 

Non è un mistero, l'Inter è interessata al giovane Casemiro del San Paolo. Quattordici milioni di euro, secondo la Gazzetta dello Sport, l'offerta che i nerazzurri vorrebbero avanzare per il brasiliano, appena 19enne. Una bestia, per chi ha avuto modo di vederlo in campo. Casemiro ha esordito a malapena un anno fa nel suo club, ma ha subito impressionato per le sue doti di interdittore, unite a una tecnica di base niente male. Alcuni lo paragonano a Felipe Melo, ma le premesse sono decisamente più ottimistiche.
Negli ultimi giorni all'Inter si sarebbero però aggiunte Roma e soprattutto Milan, forte dell'appoggio del Genoa. Una concorrenza agguerrita, sebbene Moratti può far valere il gradimento del giocatore, che ha già manifestato il suo amore per i colori nerazzurri. Il problema semmai è che l'acquisto di Casemiro sembra essere legato alla partenza di qualche elemento di spicco della rosa a disposizione di Gasperini. Con l'arrivo di Ricky Alvarez e Castaignos, probabile un addio in attacco. Ma vendere non è più semplice che comprare, così i tempi si stanno diradando e l'affare può complicarsi più del previsto. Il Mondiale Under 20 è alle porte e molti osservatori avranno la possibilità di approfondire la conoscenza di Casemiro, rendendo più nutrita la lista dei suoi estimatori. Con ciò che ne consegue: lievitare del prezzo e missione più difficile per Branca e soci.
Eppure Casemiro all'Inter servirebbe come il pane. La sua freschezza, il suo dinamismo, sono doti ormai assenti nel centrocampo nerazzurro. Vuoi per l'età, vuoi per gli acciacchi fisici, la mediana dei campioni del mondo non è più la barriera a protezione della difesa che vedevamo ai tempi di Mourinho. I vari Cambiasso, Stankovic, Thiago Motta nella stagione scorsa sono apparsi sovente affaticati, sovrastati dall'atleticità dei dirimpettai. Quasi spompi, verrebbe da dire. Ne ha risentito in particolar modo la difesa, orfana di Samuel e spesso lasciata in balia degli avversari. Sfide come quelle con il Milan al ritorno e con lo Schalke in Champions suonano come un monito. Serve cambiare qualcosa.  Con un frangiflutti come Casemiro, il reparto a tre pensato da Gasperini sarebbe di sicuro più riparato. E allora Inter non aspettare troppo: compra ciò che ti è necessario. A vendere si fa sempre in tempo.