Calciomercato.com

Inter, che Cuadrado! Ma Inzaghi frena già: ‘E' un campione, ma sente ancora dolore'

Inter, che Cuadrado! Ma Inzaghi frena già: ‘E' un campione, ma sente ancora dolore'

  • Pasquale Guarro, inviato a Torino
  • 47
Quando la lavagnetta del quarto uomo ha segnalato il suo ingresso in campo, l’asettico Stadium si è trasformato per un po’ nel più focoso San Siro, offrendo un remake del ritorno di Lukaku a Milano. Il bersaglio bianconero era chiaramente Cuadrado, colombiano che per 8 stagioni ha vestito la maglia della Juventus ma che è andato via solo perché a Torino non gli hanno proposto il rinnovo del contratto in scadenza e a quel punto, quando alla sua porta si è presentata l’Inter, l’esterno si è sentito libero di accettare la proposta a cuor leggero, passando da una parte all’altra della barricata.  Ma non c’è ragione che tenga: a ogni tocco di palla giù fischi assordanti, che però sono serviti a poco… 

Con la leadership del campione scafato, Cuadrado ha dato la sensazione di ignorare tutto ciò che accadeva al di fuori del rettangolo di gioco. Ha chiesto e ottenuto palla, ha puntato l’uomo praticamente sempre e offerto all’Inter quella qualità che né Dumfries né Dimarco erano riusciti a dare. Insomma, in 20’ di gioco, Cuadrado ha spiegato perché l’Inter ha deciso di puntare su di lui nonostante quella carta d’identità non più così verde… 

Tanto che anche Inzaghi in conferenza ha voluto rimarcare il concetto: “Ho visto bene Cuadrado, è un campione e non lo dimostra certo questa sera. Avverte ancora dolore ma gli faccio i complimenti perché si è messo a disposizione vista l’importanza della gara. Adesso speriamo che le terapie che sta svolgendo gli facciano passare il dolore che ha”. Una frase che non lascia ancora tranquilli perché il tecnico nerazzurro fa chiaramente intendere che il problema del calciatore è tutt’altro che superato e che non è affatto certo sulla disponibilità del calciatore in partite meno sentite rispetto a quella di Torino. E allora l’Inter può godere solo a metà perché il Cuadrado visto a Torino è un piacere per gli occhi ma in fondo l’interrogativo rimane lo stesso che accompagna il colombiano da inizio stagione: quanto durerà? Gli interisti incrociano le dita. 

Altre notizie