110

Antonio Conte non ha dubbi: Federico Chiesa sarebbe per l’Inter un elemento fondamentale per ridurre il gap tecnico con la Juventus. Lo sarebbe da attaccante ma anche da esterno nella sua linea di mediana a cinque, un profilo duttile, da adattare alle esigenze. Questa la convinzione del tecnico salentino, che da mesi culla il desiderio di poter contare sul calciatore viola. Desiderio esposto in più occasioni a Beppe Marotta, che però non ha mai accelerato le pratiche. 

MAROTTA NON HA FRETTA - Il motivo dell’attendismo nerazzurro è uno: la somma richiesta dalla Fiorentina. Marotta non vuole assolutamente investire 60 milioni di euro per un calciatore che ad oggi non è un specialista del ruolo ma una scommessa. Conte è certo di portare Chiesa a maturazione nel corso della sua gestione, ma per Marotta il prezzo di partenza rappresenta un rischio troppo elevato. 

SI A CHIESA MA A UNA CONDIZIONE - L’Inter non ha chiuso, tutt’altro, i nerazzurri sono e rimarranno alla finestra per Chiesa, ma l’intenzione del club è quella di inserire contropartite nell’affare. Ovviamente bisognerà convincere Commisso, che al momento intende ragionare solo col cash. L’idea di Marotta è chiara: l’Inter potrebbe pensare concretamente a Chiesa solo se si presenterà come un’occasione di mercato, in caso contrario, Conte dovrà accontentarsi di altro.