5
Antonio Conte guarda al suo passato per provare ad aggiungere tasselli importanti al suo presente e in vista della prossima campagna acquisti estiva mira fortemente a Londra, sponda Chelsea dove sono tanti gli intrecci e le trattative che stanno prendendo piede per l'Inter.

IL CASO GIROUD -
Il caso più noto e quello attualmente aperto è sicuramente quello che riguarda Olivier Giroud. Il Chelsea ha fatto saltare il suo approdo a Milano già nel corso del mercato di gennaio trattenendolo nonostante un contratto in scadenza a fine anno e ora, nonostante i contatti vivi fra gli agenti e la società nerazzurra, i Blues stanno provando a rinnovare l'accordo in modo da non lasciar partire il bomber francese a parametro zero. La proposta annuale è stata respinta perchè Giroud chiede almeno un progetto biennale e l'Inter resta alla finestra.
L'OBIETTIVO ALONSO - Oltre al francese c'è un altro grande obiettivo che Conte ha disegnato per la sua nuova Inter in vista della stagione 2020/2021. Si tratta del terzino ex-Fiorentina Marcos Alonso, abituato a giocare da esterno di fascia con una difesa a 3, è dotato di un gran mancino anche sui calci da fermo e può adattarsi infine da terzino in una linea a 4 (nell'ottica di un cambio modulo per favorire Erkisen). Per lui il costo di acquisto è alto e trattare con Marina Granovskaia non sarà semplice perchè è ritenuto un perno importante dell'attuale rosa da cui, verosimilmente, partirà invece Emerson Palmieri.

LO STALLO PER MOSES - Ad aiutare la trattativa potrebbe però essere un altro esterno, stavolta di fascia destra, che per il Chelsea rappresenta un esubero a costi importanti e che Conte stava già rivalorizzando a Milano. Si tratta di Victor Moses, per cui l'Inter vanta un diritto di riscatto da 10 milioni di euro e per cui attualmente i discorsi sono in stallo. A quella cifra l'Inter difficilmente arriverà, ma se otterrà uno sconto o un'apertura per Alonso ci sarebbe margine di trattativa per liberare i Blues dal "problema" dell'esterno nigeriano. Da Giroud ad Alonso passando per Moses, il nodo Inter-Chelsea sarà fondamentale per il mercato nerazzurro.