8

L'Inter continua a pescare sul calciomercato in Croazia. Dopo l'acquisto di Mateo Kovacic nel gennaio del 2013 dalla Dinamo Zagabria e l'arrivo del figlio d'arte Boris Rapaic (attaccante classe 1997) per la prossima stagione i nerazzurri hanno prenotato un altro giovane talento dell'Hajduk Spalato: il trequartista Tino-Sven Susic. Nazionale bosniaco classe 1992, ha anche il passaporto croato e quindi non è extracomunitario. 

'SEMBRA ZIDANE' - Secondo la Gazzetta dello Sport, settimana prossima ci sarà l'incontro decisivo con Piero Ausilio a Milano per chiudere la trattativa. L'ex attaccante del Perugia, Milan Rapaic lo presenta così: "In Italia non avete nessuno così giovane e tecnico, se devo azzardare un paragone mi ricorda Zidane. Ho parlato con lui e speriamo proprio che vada all'Inter, sarebbe pure meglio del Chelsea". 

NEPOTISMO - Il direttore sportivo dell'Hajduk, Goran Vucevic conferma: "E' il nostro miglior giocatore, se arriva una buona offerta lo vendiamo ma senza sconti, a 5 milioni si può fare".  La sua convocazione al Mondiale in Brasile aveva fatto gridare al nepotismo mezza Bosnia, infatti il ct della nazionale era suo zio Safet Susic, che nel frattempo è stato esonerato e nel 1982 firmò sia per l'Inter, sia per il Torino e quindi fu costretto a virare sul Psg.