Commenta per primo

Il mercato dell'Inter è al bivio. Il primo nodo da sciogliere è il sacrificio da compiere per adeguarsi al fair-play finanziario imposto dalla Uefa di Platini. Con Moratti che ha già blindato Milito e Sneijder, i due indiziati principali alla cessione sono Maicon e Balotelli. I borsini degli ultimi giorni danno in risalita le probabilità di addio al giovane attaccante che ha tanti estimatori in Inghilterra, ma la situazione è ancora in divenire: la sensazione è che, più della volontà dell'Inter, sarà decisivo l'interesse delle squadre acquirenti. Insomma, partirà chi porterà più soldi. A meno che alla fine restino tutti, sperando che per fare cassa bastino altre cessioni meno eccellenti come ad esempio quelle di Quaresma, Burdisso e Muntari. Nel frattempo Mourinho non si è ancora rassegnato a perdere il suo terzino preferito e siamo certi che intensificherà il pressing per convincere Florentino Perez a portare Maicon al Real Madrid.

Sul fronte nuovi arrivi i nomi caldi sono sempre quelli di Cavani e Mascherano. Entrambi hanno già espresso chiaramente la volontà di vestire la maglia nerazzurra, ma anche qui tutto è legato al mercato in uscita e molto dipenderà anche dalle pretese di Palermo e Liverpool. Il recente passato ci ha insegnato che l'Inter è sempre piena di idee e pronta a cambiare obiettivi in corsa, come dimostrano i casi di Lucio e Sneijder, arrivati dopo il lungo tira e molla col Chelsea per Deco e Ricardo Carvalho. La verità è che Moratti ama il bel calcio e fa fatica a sacrificare due purosangue come Maicon e Balotelli per prendere due corridori come Cavani e Mascherano.