Commenta per primo



La vittoria nelle NextGen series, lo Scudetto Primavera e l'ascesa di Stramaccioni e Bernazzani. Tutte buone notizie dal settore giovanile nerazzurro in un anno che, a livello di prima squadra, ha regalato più ombre che luci. L'Inter ripartirà dai giovani, questo è l'ordine del Presidente, ma ci vuole un pizzico di coraggio in più.

Che senso ha puntare su trentenni scafati come Palacio e Chivu o spendere un patrimonio per il 25enne Giovinco dopo aver ceduto prematuramente il talentuoso Destro?

Un altro errore sarebbe investire sul 27enne Handanovic, para-rigori dell'Udinese. Il giocatore e' valido, ma è carissimo come tutti i giocatori friulani. Se Julio Cesar deve andare via per decurtare il tetto ingaggi la squadra nerazzurra deve puntare su Viviano e sul promettente Bardi. E' una questione di coerenza, altrimenti l'Inter giovane sarà solo un bluff mediatico

Per puro esercizio fantacalcistico proviamo a schierare un undici U23 con i ragazzi già presenti nella rosa nerazzurra

Viviano
Faraoni, Caldirola,Ranocchia, Juan Jesus
Obi, Poli, Crisetig
Coutinho, Alvarez (Castaignos)
Longo
A disp.: Bardi, Nagatomo, MBaye, Romano', Bessa, Livaja

Potrebbe piazzarsi nella prime sei, o no?