L’Inter guarda al futuro e lo fa interessandosi a calciatori di enorme prospettiva. A dichiararlo è stato proprio il presidente, Steven zhang, ai microfoni di Calciomercato.com: “Il mercato di gennaio non offre grandi opportunità, ma nel caso se ne presentassero, noi ci faremo trovare pronti. Stiamo lavorando per assicurarci giovani di grande talento”. Così il numero uno di corso Vittorio Emanuele ha risvegliato ulteriormente la passione dei tantissimi tifosi nerazzurri, che adesso guardano al calciomercato con ancora maggiore interesse e curiosità. Dai classi 1996 fino ai 2000, sono tanti i nomi evidenziati sul taccuino di Beppe Marotta e Piero Ausilio, che in questo gennaio si muoveranno anche e soprattutto per allacciare rapporti importanti in vista del mercato estivo, quando la rosa nerazzurra potrà subire una mini rivoluzione. 

IL NOME NUOVO - Il nome nuovo è senza dubbio quello di Traoré, centrocampista classe 2000 di proprietà dell’Empoli. A svelare la trattativa era stato il presidente del club toscano e in corso Vittorio Emanuele non hanno fatto altro che confermare l’interesse. Tecnica, personalità e fisicità, questo giovane centrocampista, al suo primo anno in Serie A, sta stupendo tutti e bisognerà battere soprattutto la concorrenza dall’estero. 

QUALITA' DA TOP - Ma i riflettori dell’Inter sono puntati anche su Francisco Trincao, esterno d’attacco classe ’99. Il Braga ne detiene il cartellino e alle sue prestazioni è molto interessata anche la Juventus, che sembrava aver definitivamente chiuso l’affare. Tuttavia le trattative sono ancora aperte e dall’entourage fanno sapere che solo a fine stagione si prenderà una decisione sul futuro del calciatore.  IL NUOVO PIRLO - Tornando al centrocampo, l’altro nome che piace tantissimo a Marotta è quello di Sandro Tonali, classe 2000, spesso paragonato ad Andrea Pirlo, di proprietà del Brescia. Neanche a dirlo, anche in questo caso c’è la forte concorrenza della Juventus. Il calciatore, già convocato da Roberto Mancini in Nazionale, ha finora disputato 17 presenze in Serie B, con a corredo 1 gol e 5 assist. 

IL BIS - Ma sul taccuino dei dirigenti nerazzurri non ci sono solo calciatori di movimento. L’Inter prova il Julio Cesar bis, dato che dal Brasile piace Gabriel Nascimento Resende, meglio noto come Brazão. Il portiere del Cruzeiro è un classe 2000 e sono molti quelli pronti a giurare che potrebbe diventare il nuovo Alisson. 

GIOVANI MA VETERANI - E infine Andersen e Barella, che hanno qualche anno in più rispetto ai precedenti nomi citati, ma rimangono calciatori giovanissimi. 96 il primo e 97 il secondo. Il blucerchiato costa tra i 25 e i 30 milioni, mentre per il sardo Giulini ne chiede già 45-50. L’Inter ci proverà concretamente con entrambi, ma ad oggi quello che sembra avere maggiori possibilità di vestire il nerazzurro è il difensore.