91
Sono diversi i segreti che hanno portato l'Inter in testa alla classifica del campionato di Serie A e il gruppo di Antonio Conte a creare un solco importante tra sé e le più dirette concorrenti. Come riporta Il Corriere dello Sport, tra questi c'è indubbiamente la capacità dei nerazzurri di svoltare spesso nei secondi tempi, conquistando la bellezza di 23 punti dal 46esimo in avanti e facendosi rimontare da una situazione di vantaggio solamente in un'occasione, dall'1-0 all'1-1 con la Lazio nel match dell'Olimpico valido per la terza giornata.

CHE SVOLTA - Numeri che certificano la solidità del gruppo di Conte e in particolare una forza mentale che sta facendo la differenza rispetto a tutte le altre. Se si considerassero soltanto i risultati conseguiti nelle prime frazioni di gara, l'Inter avrebbe solo 48 degli attuali 71 punti in graduatoria. E invece, grazie a una condizione psicofisica molto importante e ad un'autoconsapevolezza cresciuta col passare dei mesi, la capolista ha imparato a fare spesso la differenza nelle seconde parti di gara. Come confermano anche i 46 gol di Lukaku e compagni arrivati dopo la ripartenza, circa i 2/3 della produzione complessiva (68).