Calciomercato.com

Inter, Inzaghi: 'Ora diranno che non abbiamo rivali, sul 3-0 col Benfica invece...'

Inter, Inzaghi: 'Ora diranno che non abbiamo rivali, sul 3-0 col Benfica invece...'

  • Redazione CM
  • 68

Simone Inzaghi, tecnico dell'Inter, è intervenuto ai microfoni di Dazn dopo la vittoria per 3-0 ai danni del Napoli. Queste le principali dichiarazioni dell'allenatore nerazzurro:

SODDISFAZIONE - "Eravamo partiti bene, abbiamo segnato con Thuram un gol annullato per pochissimo, poi chiaramente avevamo di fronte un'ottima squadra, campione d'Italia. Però siamo stati bravissimi, abbiamo rischiato sulla traversa di Politano e sull'altra parata di Sommer, però sono contentissimo: ho abbracciato uno a uno i ragazzi, se lo meritano. Era la quinta trasferta nelle ultime sei gare, vincere così a Napoli ci rende felici ma sappiamo che c'è ancora tantissimo lavoro da fare".

MATURITA' - "È stata una prova di forza di tutti, di chi è cominciato e di chi è entrato: si è fatto male De Vrij dopo 18 minuti, Carlos erano mesi che non faceva il braccetto e l'aveva fatto in B. Non volevo spostare Darmian da destra, perché su Kvara era una bella gatta da pelare".

LAUTARO E THURAM - "Uno più d'area e uno che gli gira attorno. Milito e Eto'o? Loro hanno fatto la storia del club, Lautaro la sta facendo da anni e Marcus è arrivato quest'anno con tantissima fame, senza dimenticare che abbiamo ritrovato due attaccanti alle loro spalle che ci possono aiutare".

NON AVETE RIVALI? - "Domani scriveranno che l'Inter non ha rivali, mercoledì sul 3-0 a fine primo tempo stavano preparando altri articoli probabilmente. Ma questo fa parte del calcio. Sono e siamo abituati. In questi anni anche i ragazzi sono stati toccati più di una volta. Mi sento di ringraziare i tifosi che erano qui con noi e quelli che sarebbero venuti da Milano ma che non sono potuti venire".

In conferenza stampa il tecnico ha poi aggiunto:

GLI INFORTUNATI - "Spero di rimettere dentro Bastoni settimana prossima. Su De Vrij c'è più pessimismo rispetto a Dumfries. Tra 10-15 giorni rientrerà pure Pavard. De Vrij era un giocatore che aveva giocato anche mercoledì con la propria nazionale. Era attenzionato, aveva meritato riposo, ma non c'era spazio. Su Dumfries c'è più ottimismo, non si capisce se sia una fitta, un crampo o altro. L'obiettivo è rimettere in gruppo Bastoni, penso ci riusciremo. Anche Pavard l'ho visto bene. L'augurio è che possa tornare anche lui".

Altre notizie