Calciomercato.com

Tornado Inter, vince 3-0 al Maradona e torna prima. Napoli -11, addio scudetto e proteste furiose

Tornado Inter, vince 3-0 al Maradona e torna prima. Napoli -11, addio scudetto e proteste furiose

  • 652
L'Inter torna prima in classifica, il Napoli sprofonda a -11 e probabilmente dice addio allo scudetto. Alle 20.45 allo Stadio Maradona in scena il piatto forte della 14esima giornata di Serie A, nel posticipo serale: il Napoli di Walter Mazzarri perde sonoramente 3-0 contro l'Inter di Simone Inzaghi, in una sfida cruciale per entrambe le squadre, reduci dal turno di Champions League con i nerazzurri già qualificati agli ottavi e i partenopei quasi. Decidono le reti di Calhanoglu (6 gol in campionato), Barella (primo centro stagionale) su assist di Lautaro e Thuram (5 in campionato) su assist di Cuadrado. Quarta sconfitta stagionale in casa per il Napoli, l'Inter non prende gol per la nona volta su 14: come evidenziato da Opta i nerazzurri sono la squadra con il maggior numero di vittorie (sei) e il minor numero di gol subiti (due) in trasferta nei cinque maggiori campionati europei in corso.


Ma stasera i padroni di casa falliscono l'ultima chiamata scudetto, mentre gli ospiti si riprendono la vetta: il Napoli infatti al momento è quinto, staccato di 11 punti proprio dall'Inter e di 9 dalla Juve, quindi non riesce a riaprire il proprio campionato in chiave difesa del titolo di campione d'Italia. Dal canto loro i milanesi invece ri-sorpassano proprio i torinesi, balzati temporaneamente in testa dopo la vittoria col Monza in extremis, e si portano a +2. Inzaghi, reduce dal pari dell'Allianz Stadium contro Allegri e da quello di Lisbona, torna al successo, per Mazzarri invece secondo ko di fila dopo quello di Madrid, il primo in casa. L’Inter ha vinto sei delle ultime nove gare di campionato contro il Napoli (2N, 1P), Mazzarri schiera Osimhen ed Elmas dal 1', c'è Ostigard. Inzaghi con l'11 tipo. Sommer salva subito sulla botta di Elmas, poi viene annullato un gol a Thuram per fuorigioco. Si fa male De Vrij, al suo posto Carlos Augusto. Il portiere svizzero salva ancora sul macedone, poi grandi occasioni per Osimhen e Lautaro. Clamorosa traversa di Politano da 30 metri, poi Meret salva su Lautaro. Il missile di Calhanoglu da quasi 25 metri sblocca il match, dopodiché il Napoli protesta per un contatto da rigore tra Acerbi e Osimhen. Altro miracolo di Sommer su Kvara, poi raddoppia Barella con un grande slalom su assist di Lautaro. Nel finale altre occasioni per OsImhen e Lautaro, prima del tris firmato Thuram e dell'infortunio di Dumfries.


DOPO LA PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER L'ANALISI DI ALBERTO POLVEROSI.
 

Altre notizie