E' arrivato con l'etichetta di muovo Maicon cucita addosso, lascerà l'Inter a gennaio senza grandi rimpianti per il popolo nerazzurro. Jonathan Cicero Moreira, noto semplicemente Jonathan in un anno e mezzo a Milano ha fatto poco più che il turista. Quidici presenze complessive e zero gol, numeri che stridono con il prezzo pagato da Moratti per strapparlo al Santos nell'estate 2011: 5 milioni di euro. Troppo per un giocatore, apparso qualche volta sovrappeso, incapace di conquistare Gasperini, Ranieri e, quest'anno, Stramaccioni. L'Inter per rilanciarlo l'ha mandato in prestito sei mesi al Parma, dove Jonathan è riuscito a trovare la sua dimensione, un'esperienza che non è però servita a rilanciarlo a Milano. Branca è già alla ricerca di un sostituto (Jung o Debuchy), l'avventura nerazzurra del brasiliano è ai titoli di coda.

Il suo addio è deciso, c'è però un problema che complica la sua cessione. Jonathan non ha mercato, né in Europa, né in Brasile. L'Inter vuole cederlo a titolo definitivo per fare cassa e risparmiare complessivamente i sei milioni di euro lordi (ha un contratto fino al 2015 da 1,2 milioni di euro metti a stagione) che gli deve d'ingaggio, lo stipendio però resta l'ostacolo più grande, ancora più del costo del cartellino. Come riportato da Globoesporte, Jonathan è stato offerto all'Internacional de Porto Alegre, ma il club lo ha rifiutato. Non resta che sperare che il telefono di Branca squilli per lui.