12
Un sogno di mezza estate, niente di più. Questo è stato per l'Inter, Ezequiel Lavezzi. Storia di un tentativo nato tra giugno e luglio, fase di telefonate per capire quali opportunità offrisse il mercato a livello di attaccanti. Il Paris Saint-Germain è sempre stato molto chiaro: nessuno sconto, almeno 25 milioni per parlarne e neanche il minimo pensiero a un prestito per il Pocho. Anima in pace, allora, per l'Inter. Tanto che dall'entourage di Lavezzi a Calciomercato.com filtrano smentite su accordi di massima o trattative concrete con l'Inter protagonista per l'argentino. Il ds Ausilio sa bene che l'operazione ad oggi è sostanzialmente impossibile. Lavezzi è uno dei preferiti del presidente Nasser Al Khelaifi, primo a spingere per un rinnovo quadriennale. Che il Pocho firmerebbe volentieri, ma solo se accontentato nelle cifre e nella durata. Un tipico braccio di ferro che si può risolvere nei prossimi mesi, a meno che non arrivi un'offerta da almeno 25 milioni. Cifra che ad oggi l'Inter non ha, per questo si è arenato ogni tipo di discorso. Senza dimenticare l'ingaggio di Lavezzi, almeno 5 milioni netti da garantirgli per quattro anni, affare totale da una 70ina di milioni tra cartellino e salario. Insomma, non è il momento per l'Inter. Almeno adesso, non c'è spazio se non per i sogni.