199
Handanovic 6: Sulla conclusione telefonata di Paqueta rischia con una respinta centrale. Scavalcato dal colpo di testa di Bakayoko, non imprendibile.

D’Ambrosio 7: Colpevole in un paio di occasioni (gol di Musacchio e colpo di testa di Paqueta), ma decisamente salvifico quando si tuffa a peso morto sulla conclusione di Cutrone ed evita la beffa all'ultimo secondo. 

Skriniar 7: Insieme a de Vrij disarma il pistolero e calamita ogni pallone. Un muro invalicabile. 

de Vrij 7,5: Si riscatta dopo il brutto errore di giovedì sera e trova un gol pesantissimo nel derby. Il miglior modo per farsi perdonare. 

Asamoah 6,5: Partito con il freno a mano tirato, trova sempre maggiore convinzione e si propone con continuità sulla propria fascia. Guadagna falli e minuti preziosi quando il Milan prova l'assedio finale. 

Vecino 7,5: Nel primo tempo è la chiave di volta del match. Continua a fare danni alle spalle di Paqueta e cerca la porta avversaria con grande continuità. Suo il gol che sblocca il match. Sul destro anche l’occasione per il raddoppio, malamente sprecata. Nel secondo tempo cala fisicamente. 

(Dal 47’ s.t. Ranocchia: s.v.)

Brozovic 6,5: Davanti alla difesa si prende parecchi rischi ma alla fine riesce sempre a gestire il pallone, anche quando sotto pressione.

(Dal 28’ s.t. Borja Valero 6: Entra e gestisce il gioco con sapienza tattica. Spalletti gli chiede testa e sangue freddo, lui esegue). 

Gagliardini 6: Si mette a uomo su Bakayoko per limitarne lo strapotere fisico, ma proprio il centrocampista rossonero lo beffa in anticipo su gioco aereo. Una colpa espiata perché nei 90' tiene sempre botta, anche dopo un brutto colpo alla testa. 

Politano 7: Terzino, esterno di centrocampo e ala offensiva. Corre a tutta fascia e si procura il rigore trasformato da Lautaro Martinez.

(Dal 38’ s.t. Candreva: s.v.)

Lautaro 7,5: Salta tra Calabria e Musacchio e trova un assist tutt’altro che banale per il gol di Vecino. Realizza con freddezza il rigore del 3-1 e lotta con ardore su ogni pallone. Un "Toro" vero. 

Perisic 6,5: Nell'uno contro uno in zona offensiva non è lucidissimo, ma il suo lavoro tattico è sfiancante. Prezioso sulle palle da fermo, agisce più da centrocampista che da attaccante. 


Spalletti 7: Si inventa Vecino seconda punta e rompe il match. Vince meritatamente una partita fondamentale per la corsa Champions.