81
Romelu Lukaku è al centro dell’Inter. L’attaccante belga è l’uomo copertina, il bomber che sta guidando la squadra di Conte allo scudetto. Ma non solo, perché l’ex United è anche una scommessa vinta, un rischio rivelatosi tutt’altro che azzardato. Via Icardi dentro Lukaku, pagato 65 milioni di euro più 13 di bonus. Il nerazzurro più pagato di sempre e si sa, comprare calciatori che hanno raggiunto il massimo del proprio valore economico, comporta un pericolo per i club che a disposizione non hanno budget illimitati. E l’Inter aveva una sola cartuccia da sparare, l’errore non era ammesso. Conte ha dettato la linea e Marotta ha seguito l’indicazione, per fortuna dei nerazzurri, che strada facendo hanno portato alla luce un’altra verità: Lukaku non era ancora arrivato all’apice del proprio valore, lo sta facendo adesso. Da calciatore dell’Inter e di Conte, che lo ha preparato e reso molto più forte, dal punto di vista mentale e atletico.
CHE VALORE ! - Oggi Lukaku vale più di quei 65 milioni di euro e secondo uno studio portato avanti da KPMG Football Benchmark, il valore del cartellino del belga è pari al 17% del valore totale dell’intera rosa dell’Inter, più di lui, in Serie A, solo De Paul, Milinkovic Savic e Belotti. Statistiche che danno ragione a Conte e alla sua insistenza. Il tecnico salentino lo ha ribadito più volte: “Non sapete cosa ho dovuto fare per avere Lukaku”. Perché ad un certo punto il rischio di perderlo è stato grande, anzi, la Juventus con quello scambio apparecchiato all’ultimo con Dybala sembrava aver messo in scena la più classica delle beffe e chissà di cosa staremmo parlando oggi. Ma la storia ha preso un altro corso e oggi l’Inter si ritrova in casa un asset e un leader che le invidia mezza Europa.