Calciomercato.com

Inter: Mancini bussa alla porta del City

Inter: Mancini bussa alla porta del City

Questione di feeling. Come quello che non è mai nato tra Nemanja Vidic e Roberto Mancini, uniti all'Inter dopo essere stati avversari nel derby di Manchester. Problemi fisici a parte, il difensore serbo non è un titolare per l'allenatore, che gli preferisce capitan Ranocchia come partner di Juan Jesus al centro della difesa. A questo punto Vidic sta valutando il proprio futuro e inizia a guardarsi intorno in vista del prossimo mercato di gennaio. In caso di addio, i nerazzurri si libererebbero dell'ingaggio più pesante della rosa (infatti Vidic, insieme a Palacio, è l'interista che guadagna più di tutti con 3,2 milioni di euro netti a stagione) ma dovrebbero cercare un altro difensore centrale sul mercato. 

EREDE - Il primo nome sulla lista è quello di Matija Nastasic, che ha 12 anni in meno di Vidic e che quest'anno non ha mai giocato in Premier e Champions con Pellegrini al Manchester City. Fu proprio Mancini a portarlo al Manchester City per 15 milioni di euro più Savic nell'estate del 2012. Un anno prima il tecnico jesino provò invano a comprare un altro giocatore dalla Fiorentina: Alessio Cerci, che oggi prenderebbe molto volentieri dall'Atletico Madrid. Lo stesso discorso vale per Kolarov o Clichy, altri due acquisti fatti dal Mancio al Manchester City, ma in questo caso l'Inter è già più che coperta nel ruolo di terzino sinistro dove possono giocare Nagatomo, D'Ambrosio, Dodo e Mbaye. Per Cerci e Nastasic va registrato anche l'interesse del Milan: semplice manovra di disturbo o vero derby di mercato? Lo dirà il tempo. 

Altre notizie