55
Intervenuto ai microfoni di Dazn, l'amministratore delegato dell'Inter, Beppe Marotta, spiega come il compito di Conte sarà quello di rivalutare il gruppo a disposizione dato che le difficoltà economiche non consentono operazioni di mercato. 

Sarà uno scontro diretto duro. 
“Una partita importante anche se siamo in una fase interlocutoria della stagione e del campionato. Conta il tipo di prestazione che riusciremo ad offrire”.

Si parla della dilazione degli stipendi, i tifosi sono preoccupati. 
“Voglio tranquillizzare i nostri tifosi perché la proprietà è solida, attraversiamo un momento di contrazione economica mondiale ed è normale ci siano difficoltà. Siamo uomini di sport e queste difficoltà portano unione, senso di appartenenza. Dobbiamo onorare la maglia, sono ottimista circa il nostro futuro”.

Si aspettava quell'uscita da parte dell'agente di Eriksen?
“Sono dinamiche abitudinarie in un mondo un po’ particolare. Posso solo rimarcare che la società adempirà agli obblighi contrattuali”.

Possiamo lasciare uno spiraglio aperto ad eventuali occasioni di mercato?
“Di necessità dovremo fare virtù. Non possiamo fare investimenti per quanto detto, ma dobbiamo rivalutare questo gruppo. Siccome operazioni fattibili non ce ne sono, dobbiamo rivalutare questo gruppo”.