62
Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, l'amministratore delegato dell'Inter, Beppe Marotta, ribadisce che non c'è alcun caso Hakimi, come sottolineato anche dal comunicato ufficiale del Real Madrid. 


Vuole ribadire che non esiste il rischio di perdere Hakimi?
“Devo dire che nelle ultime settimane si sono divulgate molte notizie, che hanno forse l’obiettivo di destabilizzare l’ambiente. Ma questo non è possibile perché la proprietà è credibile e il management conferisce stabilità. Credo proprio che nessuno possa mettere in discussione l’orgoglio del nostro club.

Il Milan che fa mercato è per voi uno stimolo?
“Il nostro mercato è già chiuso. Lo stimolo è quello di valorizzare il nostro gruppo, abbiamo individualità e un grande allenatore. Siamo competitivi. Non ci sono opportunità di mercato e per il nostro club è un periodo molto particolare. Genereremo valori come il senso di appartenenza”.

Agoume sta facendo molto bene, potreste riportarlo subito a Milano?
“La scorsa settimana si è aggregato al gruppo Vecino e spero che adesso possa dare il suo apporto. Agoume è del 2002 e deve trovare continuità in provincia, giocando sempre o quasi. Riportarlo da noi sarebbe ingiusto per lo Spezia e difficoltoso per lui perché il livello di competitività sarebbe diverso”.