Calciomercato.com

Inter-Milan, il derby è già caldo a Clairefontaine: 2 vs 2 Thuram-Pavard e Theo-Giroud, non si parla d'altro

Inter-Milan, il derby è già caldo a Clairefontaine: 2 vs 2 Thuram-Pavard e Theo-Giroud, non si parla d'altro

  • Redazione CM
  • 201
Luigi XIV diceva "Lo Stato sono io", l'Etat c'est moi; oggi nessuno può fregiarsi del titolo di Re Sole, ma se abbassiamo il tiro possiamo sicuramente incoronare le due regine del campionato alla prima sosta, Inter e Milan, appaiate in testa alla classifica con 9 punti dopo 3 partite e avversarie alla ripresa delle ostilità nel primo derby della nuova stagione. Due francesi "di movimento" per squadra fanno parte della rosa della Nazionale francese agli ordini di Didier Deschamps in questi giorni: si tratta di Benjamin Pavard e Marcus Thuram per l'Inter e di Theo Hernandez e Olivier Giroud per il Milan, curiosamente due difensori e due attaccanti. A sparigliare le coppie ci pensa Mike Maignan, il portiere rossonero che ha ereditato il ruolo di titolare da Lloris. Il clima a Clairefontaine è elettrico ed elettrizzante anche se mancano ben 10 giorni alla stracittadina che vale il primato in solitaria, sia in Serie A sia nel capoluogo meneghino. Chi vince, insomma, potrà dire "Milano siamo noi", Milan c'est nous.

I COMPAGNI LI STUZZICANO - E non sono solo i protagonisti del prossimo derby a scaldarsi, ma anche i loro compagni che percepiscono l'importanza del match. Aurélien Tchouaméni, centrocampista del Real Madrid: "Mi pare di aver capito che c’è una grossa partita in programma. C’è già un dibattito in corso tra loro. Di sicuro seguiremo con attenzione come andrà a finire in campo". Non si è tirato indietro nemmeno Lucas Hernandez (Psg), fratello e concorrente di Theo per il posto da terzino sinistro: "Sono io che li ho spronati, soprattutto Théo con Pavard: sono amici. Si prendono un po’ in giro, ma con moderazione, almeno quando siamo tutti insieme. Immagino che i toni siano più provocatori lungo i corridoi che portano alle camere". 

SLIDING DOORS - I quattro, che saranno impegnati domani contro l'Irlanda nelle qualificazioni agli Europei e il 12 settembre contro la Germania per un'amichevole, sono legati a Milano da retroscena e intrecci di mercato: è ormai noto come Giroud sia stato vicinissimo all'Inter nel 2020, prima dell'addio al Chelsea. L'attaccante ha sempre visto un segno del destino nel passo indietro dei nerazzurri, puniti con la doppietta che, all'inizio di febbraio 2022, ha dato il là alla rimonta-scudetto rossonera. Pavard è stato immortalato in estate mentre si allenava con la maglia del Milan di Theo Hernandez, e lo stesso Giroud ha confermato di aver spesso parlato con Benjamin di Milano. Infine Thuram, soffiato dall'Inter ai cugini nel mese di giugno, dopo lo svincolo dal Borussia Monchengladbach. E' un derby che non è mai stato così ad alta quota, ma neanche così... francese. 

Altre notizie