11
L’Inter fa rotta su Giacomo Bonaventura. In questo momento è il giocatore favorito per prendere, di fatto, il posto di Ricky Alvarez, andato al Sunderland. Al momento, sì, perché le cose potrebbero ancora cambiare. Dipenderà dalla cessione di Guarin: se parte anche lui oltre ad Alvarez, l’Inter può pensare in grande. Thohir in quel caso proverebbe a prendere uno tra Lavezzi, Shaqiri e Firmino. Se tutto resta così, invece, Bonaventura è la prima scelta, davanti a Biabiany che è vicino al Milan. Per l’esterno francese, i rossoneri aspettano una risposta da Torres (o in alternativa Mitroglou), ma potrebbe arrivare sia una punta che un esterno. Il Milan ha già l’accordo con il giocatore, dovrebbe trovare quello con il Parma e nell’operazione ci sarebbe anche Zaccardo
Anche l’Inter aveva seguito Biabiany, che ha un grande vantaggio per la lista di Europa League: è cresciuto nella Primavera dell’Inter. Bonaventura, che piaceva anche al Milan, comunque è un prodotto di un vivaio italiano, quindi anche questo è un vantaggio. L’Atalanta deve cedere: tra Consigli, Bonaventura, Cigarini o Baselli non è ancora partito nessuno e il presidente Percassi aveva parlato di un paio di cessioni necessarie per il bilancio. A partire sarebbe Bonaventura, per cui l’Atalanta chiede circa 8 milioni. L’Inter vorrebbe fare un prestito con obbligo di riscatto, formula sempre preferita per dilazionare il pagamento, oppure inserire il prestito di Mbaye (secco o con riscatto e controriscatto) nella trattativa. L’Inter ne parla nel CdA odierno, poi Thohir passerà all’attacco.