218
Ivan Perisic è sempre più dell'idea di lasciare l'Inter e volare verso il Manchester United che gli fa la corte da tempo. Mourinho e i Red Devils non nascondono l'interesse per il croato ma le offerte che sono arrivate fino ad adesso in corso Vittorio Emanuele non hanno soddisfatto l'Inter, che ritiene che Perisic non valga meno di 55 milioni di euro. Altre offerte non saranno considerate. Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, la svolta nella trattativa può essere l'inserimento di una contropartita tecnica: il nome più concreto è quello di Anthony Martial. 

L'APERTURA - Walter Sabatini, nella conferenza stampa di oggi dal ritiro di Riscone di Brunico, ha aperto a questa ipotesi: "Il Manchester United ha tanti giocatori forti, ma in realtà siamo noi che dobbiamo fare il prezzo e decidere". L'ex giallorosso da una parte sottolinea ancora una volta quanto l'Inter abbia la volontà di condurre le danze, e al tempo stesso però fa intendere che qualche elemento di valore da pescare dalla rosa dello United ci sia eccome. 
IL PROFILO - Il Manchester United ha pagato Martial circa 76 milioni di euro dal Monaco nel 2015 ma il giocatore non ha mai convinto totalmente all'Old Trafford. Il giocatore in questi anni ha mostrato di avere un talento fuori dal comune, ma in queste due stagioni a Manchester non hanno visto la crescita, soprattutto a livello di continuità, che speravano (15 gol in 56 partite). Il potenziale c'è, Martial ha tecnica e velocità per poter giocare in tutte le posizione offensive, sia da esterno che da prima punta. L'Inter è in cerca di un giocatore che abbia dei gol sicuri nei piedi in modo da togliere da Icardi il peso totale dell'attacco. I nerazzurri, quindi, cercano un attaccante integro e forte fisicamente. Ausilio ha delineato l'identikit pochi giorni fa: "Un top player che arriva da qualche annata così così". Martial rispetta a pieno tutti questi requisiti. Per questo la trattativa per portare Perisic al Manchester United e il francese a Milano diventa sempre più concreta.