205
È un'Inter a due facce. Da una parte c'è la squadra guidata da Antonio Conte, sempre più capolista della Serie A e lanciata verso lo scudetto con il vento in poppa. Dall'altra ci sono le difficoltà societarie e l'esigenza, da parte di Suning, di trovare un socio al più presto. Fondamentale, in questo senso, è la data di fine marzo, limite ultimo per una serie di pagamenti utili ad ottenere la licenza Uefa per la prossima stagione. Una licenza senza cui l'Inter non potrebbe giocarsela prossima Champions.

LA TRATTATIVA - Suning, intanto, continua la ricerca di un compratore per reperire almeno quei 200 milioni utili a terminare la stagione. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, alcuni rappresentanti di Bc Partners sarebbero a Milano. Il fondo inglese - che fino a fine gennaio aveva l'esclusiva per trattare con Zhang - rimane un'ipotesi credibile ma non l'unica. Nelle ultime ore, infatti, sarebbe spuntato anche un fondo del Qatar, pronto a immettere la liquidità necessaria. Suning, intanto, ha confermato l'impegno e la continuità aziendale del club. Che, in campo, resta isolato da queste vicende e viaggia spedito al primo posto.