In casa Inter continua a tenere banco il caso relativo a Mauro Icardi che, privato della fascia di capitano lo scorso 13 febbraio, si è prima chiamato fuori dalla trasferta di Europa League contro il Rapid Vienna e poi ha iniziato a sottoporsi a fisioterapia al ginocchio, per curare dei fastidi che . come confermato dal club - in realtà l'argentino aveva già dalla scorsa estate. Una situazione da separati in casa, con Maurito intenzionato a non fare passi indietro per scusarsi e tornare in campo e la società che non pensa assolutamente di ridargli la fascia.

SPOGLIATOIO DIVISO -
In questo muro contro muro, c'è poi da analizzare la situazione che si sta vivendo all'interno dello spogliatoio interista, diviso tra chi è più vicino a Icardi e chi gli è contro. Come scrive il Corriere della Sera, nei giorni scorsi Vecino - che fa parte del primo partito - ha telefonato a Mauro e ha provato a convincerlo a rientrare in gruppo. Fermissima la posizione del bomber argentino che, come fatto filtrare più volte nelle scorse settimane, senza scuse da parte dell'Inter e senza che gli vengano restituiti i gradi di capitano non intende smuoversi e, anzi, valuta di sottoporsi a un'operazione che di fatto anticiperebbe la fine della sua stagione.

PERISIC E BROZOVIC... - Del gruppo in opposizione a Icardi fanno invece parte Ivan Perisic e Marcelo Brozovic. Il primo domenica scorsa ha "rimproverato" Politano per l'esultanza che ricordava quella dell'ex capitano nerazzurro, con Wanda Nara che ha poi ammesso le frizioni col gruppo dei croati: "​I like su Instagram chi li ha messi?", riferendosi a Brozovic, protagonista di una serie di "mi piace" sui social network quando si diffuse la notizia di Icardi degradato.