Calciomercato.com

Inter, Stramaccioni 'Cassano? Sono cavoli nostri!'. Poi litiga con Varriale

Inter, Stramaccioni 'Cassano? Sono cavoli nostri!'. Poi litiga con Varriale

  • Giulio Filisetti

Ai microfoni di Stadio Sprint siparietto tra Andrea Stramaccioni ed Enrico Varriale, conduttore della trasmissione. Si comincia con la disamina della partita, quando il giornalista gli chiede se merita più elogi per il risultato o critiche per la lettura della gara, domanda che Strama glissa con un sorriso. Poi si parla della vittoria della Juventus a Catania e il tecnico romano sfodera una battuta: "La Juve ha vinto? No, dai, non dire così... E' stata una gara un po' particolare, lo hanno ammesso anche i dirigenti". Ma nel finale dell'intervento, quando si parla di eventuali scuse da parte di Antonio Cassano, arriva l'affondo di Stramaccioni: "Io sono uno che le cose le dice in faccia, sono diretto, non ho bisogno del microfono. Poi ok, cerco di migliorare da questo punto di vista... Però devo dire che ogni volta che vengo qui devo discutere con lei, mi sembra che l'Inter qui non sia molto simpatica. Vinciamo una gara incredibile a Catania e la prima domanda è se merito più elogi o critiche...", afferma prima di salutare (fcinternews

17.52 È un Andrea Stramaccioni a tutto campo quello che ha parlato dopo la rimonta di Catania. Il tecnico dell'Inter ha spiegato il brutto primo tempo dei suoi con l'ambiente caldissimo del Massimino. Ha giudicato grossolani gli errori indivuduali che hanno portati ai due gol catanesi, ma ha avuto buone parole per Juan Jesus: "Mi piace sottolineare l'altra faccia della medaglia. È giovane e nel secondo tempo ha recuperato benissimo reagendo alla grande". Dopo le scontate parole entusiastiche a proposito della rimonta, ha spiegato le sue scelte individuali: "Guarin è un giocatore generoso, stava stringendo i denti, ma poi o deciso di sostituirlo. Rocchi l'ho sostiuto presto, ma secondo me la sua prestazione è sufficiente. Ultimamente non ha giocato bene e ritengo importante il fatto che abbia ritrovato il ritmo giusto. Palacio l'ho messo in panchina perchè abbiamo 5 partite ravvicinate, devo cercare di gestire le risorse".

Dopo una chiosa sulla prestazione dell'arbitro Bergonzi, giudicata positiva, Stramaccioni è tornato sul caso-Cassano con parole che non lasciano spazio a dubbi: "Domani ci alleneremo e sarà presente, ci prepareremo al meglio alla sfida di giovedì. Non è mai stato escluso, in qualsiasi spogliatoio ci possono essere discussioni, ma sono cavoli nostri. Io faccio le mie scelte, con il Tottenham ci sarà".  

Altre notizie