229
Le vittorie in campo hanno spento un po' le voci attorno al futuro societario dell'Inter, ma sottotraccia Suning sta continuando a portare avanti non solo una, ma più strade, per capire come risolvere i problemi di liquidità e portare aventi la gestione della società. L'obiettivo, dichiarato da tempo, è quello di non perdere il controllo della società e, proprio per questo, si sta facendo sempre più largo l'idea di un rifinanziamento del debito. 

PIANO A - Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore, infatti, nonostante il pentimento sugli investimenti fatti nel mondo del calcio che stanno pesando e non poco sulle perdite del gruppo, Suning sta cercando di trovare la giusta strada per rimanere proprietario dell'Inter. Zhang sta parlando con diversi fondi di debito con Bain Capital Credit, attivo nel settore dei finanziamenti, in vantaggio sulla concorrenza per rifinanziare i 400 milioni di debito e ampliando la linea di credito con prestiti per 150-200 milioni in modo da arrivare a fine anno rispettando le scadenze.

BC PARTNERS - Il piano B a oggi rimane la cessione a Bc Partners, ma c'è una differenza tra i 750 milioni di valutazione dei londinesi e il miliardo richiesto dalla famiglia Zhang. Suning potrebbe acconsentire alla valutazione bassa, ma inserendo una clausola di incasso futura relativa a risultati sportivi, finanziari o di una rivendita futura.