159

Grazie alla doppietta di Jovetic e al primo gol di Eder, l'Inter batte 3-1 l'Udinese nell'anticipo della 35esima e quartultima giornata di campionato in Serie A. Per i nerazzurri, che non battevano i friulani a San Siro dal 2010, si tratta della prima vittoria in rimonta della stagione con tanto di record di squadra per tiri (25). Consolidato il quarto posto in classifica con 5 punti di vantaggio sulla Fiorentina (impegnata domenica in casa contro la capolista Juventus) e 4 in meno della Roma, attesa dallo scontro diretto col Napoli di lunedì all'Olimpico. 

Sotto gli occhi del presidente Thohir e dei nuovi soci cinesi del gruppo Suning ma non di Moratti, Mancini (alla sua 300esima panchina nerazzurra) soprende tutti, lasciando in panchina Perisic e schierando titolare Biabiany. Assente lo squalificato Medel, in mezzo al campo rientra Kondogbia al fianco di Felipe Melo. Dall'altra parte ci sono gli ex nerazzurri Felipe, Kuzmanovic e (in panchina) Pasquale. In campo dall'inizio solo calciatori stranieri e nessun italiano: è la prima volta nella storia della Serie A. 

L'Udinese passa in vantaggio grazie a un gran gol al volo di Thereau, poi Icardi serve a Jovetic la palla del pareggio. Nella ripresa entra Perisic al posto dell'acciaccato Juan Jesus. Jovetic fa doppietta ribaltando il risultato con un tocco di petto su cross di Biabiany. Pasquale subentra a Edenilson, Mancini sostituisce Icardi con Eder, De Canio risponde inserendo un attaccante (Matos) al posto di un difensore (Felipe). Una distorsione al ginocchio costringe Biabiany a chiedere il cambio: entra D'Ambrosio, dall'altra parte l'ultima sostituzione è Hallfredsson per Bruno Fernandes. All'ultimo minuto di recupero Handanovic salva il risultato e poi in contropiede Eder fissa il risultato sul 3-1, segnando il suo primo gol con la maglia dell'Inter.