88
Yannick M'Vila, chi è costui? Una domanda imbarazzante, che in pochi pensavano si potesse fare ancora a gennaio: ma il centrocampista francese, in prestito dal Rubin Kazan, non è proprio riuscito a trovare spazio e considerazione a Milano, dove era arrivato in estate per sostituire Esteban Cambiasso, impresa già di per sè non semplice. Prima l'arrivo sovrappeso nel ritiro nerazzurro in estate, poi gli screzi con Mazzarri, infine le proteste con Mancini, che lo hanno definitivamente tolto dai radar. Per questo motivo, secondo Gianluca Di Marzio, di fronte ad un’offerta da parte di una squadra importante il giocatore potrebbe considerare anche l’ipotesi di lasciare San Siro già a gennaio, per avere la possibilità di rilanciarsi e  giocare con maggiore continuità. 
NO AL PARMA, SI' ALL ARSENAL - Negli ultimi giorni del 2014 si era parlato di un forte interessamento da parte del nuovo Parma russo-cipriota: una soluzione che non soddisfa nè il francese nè la società russa, proprietaria del cartellino. Tuttavia una permanenza a Milano sarebbe deleteria sia per il calciatore, che vuole giocare, sia per Mancini, che ha fatto capire di non voler puntare su di lui e di voler ottenere altri uomini, più adatti al suo gioco. In primis Lassana Diarra e Lucas Leiva. Secondo il Daily Express, l'Inter potrebbe accettare di cedere il giocatore all'Arsenal subito, per arrivare al brasiliano dei Reds. Arsene Wenger è un estimatore del francese e questo potrebbe essere il momento giusto per sancire un trasferimento a Londra. Una volta ceduto il francese l'Inter potrebbe poi puntare con forza di Lucas Leiva dando a Mancini quel rinforzo richiesto in un ruolo nevralgico del campo, ricordando come Thohir abbia sottolineato di poter acquistare giocatori solo senza incrementare il passivo (con prestiti dunque, o solo dopo aver ceduto).