480
Un'altra, fondamentale, vittoria. L'Inter soffre, va sotto, sbatte contro Silvestri ma poi la ribalta e rilancia la sfida alla Juve. A San Siro, contro un Verona mai domo e ben organizzato da Juric, finisce 2-1. L'avvio è però di marca ospite, con Handanovic che al 16' stende Zaccagni. Valeri non ha dubbi e indica il dischetto, dal quale Verre è freddo e porta avanti i gialloblù. L'Inter reagisce con Lukaku, ma la sua girata mancina termina sul fondo. Al 44' altra occasione per i padroni di casa: cross dalla sinistra, la palla arriva a Vecino che calcia a botta sicura. Silvestri salva sulla linea, la goal line technology non convalida (giustamente) il gol. 

Nella ripresa l'Inter alza i giri del motore, il Verona fatica a superare la metà campo. Al 65' cross dalla destra di Lazaro, Vecino stacca più in alto di tutti e fa 1-1. I nerazzurri insistono, Bastoni impegna Silvestri e poco dopo anche Lukaku ci prova. Poco dopo l'ingresso in cambio di Esposito al posto di Lautaro, però, ecco la svolta: Barella riceve dai venti metri e calcia all'incrocio. Il suo destro è perfetto e fulmina Silvestri, facendo esplodere San Siro. Nel finale Conte ritrova D'Ambrosio, prima del fischio finale di Valeri: l'Inter vince ancora e riscatta il ko di Dortmund, tornando in vetta per una notte.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Inter: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Lazaro, Vecino, Brozovic, Barella, Biraghi; Lautaro, Lukaku.

Verona: Silvestri; Rrahmani, Gunter, Empereur, Faraoni, Pessina, Amrabat, Lazovic, Verre, Zaccagni, Salcedo.