64
Procede spedita la trattativa che porterà Alexis Sanchez all'Inter. La giornata di oggi è proseguita senza intoppi, con le parti ancora al lavoro per trovare l'intesa definitiva. Un'intesa di massima, tuttavia, che c'è da giorni. Il cileno, questa mattina, si è recato a Carrington, quartier generale del Manchester United, per l'allenamento: scuro in volto, ormai ai margini del progetto di Solskjaer, che non l'ha convocato per il posticipo di lunedì contro il Wolverhampton. A Milano, infatti, lo aspettano Romelu Lukaku, suo ex compagno, e Antonio Conte, tecnico che lo ha voluto con insistenza

COSA MANCA - Nelle ultime ore si è lavorato duramente per affinare i dettagli della trattativa: l'agente Felicevich era in Inghilterra per limare gli ultimi particolari con i Red Devils. Confermate fomrula e cifre dell'operazione: Sanchez sbarcherà a Milano in prestito gratuito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni. Una cifra che, nelle prossime ore, potrebbe leggermente salire, pur restando sotto i 20 milioni. Accordo totale anche per quanto concerne l'ingaggio: il pesante stipendio del cileno verrà diviso tra le due squadre. L'Inter, dunque, pagherà intorno ai 7-8 milioni netti annui. La fumata bianca è attesa per domani: a quel punto Sanchez partirà per Milano, dove sosterrà le visite mediche, firmerà il contratto e si metterà subito a disposizione di Conte