49

L'Inter è ufficialmente quarta in classifica. Dopo aver sognato lo scudetto fino a gennaio, i nerazzurri falliscono l'obiettivo della qualificazione in Champions League per il quinto anno di fila. Ma il quarto posto ottenuto da Mancini rispecchia la reale scala dei valori in Serie A e rappresenta il miglior piazzamento dell'Inter negli ultimi cinque campionati. 

GIOCO DELLA TORRE - A questo punto allenatore e dirigenti possono concentrarsi sulle mosse da effettuare nel prossimo mercato estivo per cercare di rinforzare la squadra, facendole fare il salto di qualità con pochi innesti mirati. Servirà un sacrificio in uscita: chi cedere tra i pezzi pregiati Handanovic, Miranda, Murillo, Brozovic, Perisic e Icardi? Molto dipenderà anche dal numero e dal tipo di offerte che arriveranno. 

NUMERO 1 - Il male minore sarebbe quello di perdere Handanovic, perché è il meno giovane e gioca in un ruolo più facilmente rimpiazzabile. Lo stesso nazionale sloveno ha ribadito: "Se quella di oggi rischia di essere stata la mia ultima partita in nerazzurro? Non conosco quale sarà il mio futuro, nel calciomercato può succedere di tutto. Mi pesa non giocare in Champions League". In caso di divorzio, l'Inter è già pronta a buttarsi su un portiere italiano: Sportiello (Atalanta) in alternativa a Sirigu (PSG).