Calciomercato.com

Intermania: Handanovic un paradosso, il sorpasso di Lukaku

Intermania: Handanovic un paradosso, il sorpasso di Lukaku

  • Cristian Giudici
  • 78
Samir Handanovic alza la Coppa Italia sotto il cielo di Roma per la seconda stagione consecutiva. Dopo la Juventus, tocca alla Fiorentina perdere in rimonta la finale allo Stadio Olimpico. L'anno scorso il gol a freddo l'aveva segnato Barella per i nerazzurri, stavolta colpiti subito da Nico Gonzalez. 

Handanovic
viene battuto alla prima occasione, ma poi si riscatta e dimostra di essere ancora un ottimo secondo portiere da grande squadra. Alla faccia di chi lo vorrebbe già in pensione da tempo. Il paradosso è che lo sloveno ha vissuto gli anni migliori della propria carriera negli anni più bui dell'Inter dopo il Triplete del 2010. Infatti in 11 stagioni passate a Milano ha vinto 5 titoli (uno scudetto, due Coppe Italia e due Supercoppe italiane), tutti nelle ultime tre stagioni. 39 anni il prossimo 14 luglio, è in scadenza di contratto a giugno e il suo futuro è ancora in dubbio. 

Così come quello di Romelu Lukaku
, in prestito dal Chelsea. L'attaccante belga non perde occasione di ribadire la volontà di restare all'Inter. Prima di definire il proprio destino, vuole regalare un sogno al popolo nerazzurro. Il presidente Steven Zhang ha rivelato che il numero 90 credeva di arrivare in finale di Champions League già a inizio stagione, quando molto probabilmente era l'unico a pensarci. Ora vuole essere in campo dall'inizio sabato 10 giugno a Istanbul contro il Manchester City. E in questo senso ha messo la freccia per sorpassare Dzeko nelle gerarchie di Inzaghi come partner di Lautaro in attacco. Sperando di far rimangiare la parola a Noel Gallegher. In fondo non c'è quasi niente da perdere. 
 

Altre notizie