5
Non che ci volessero Dzeko e Fonseca. Però, se lo dicono loro la speranza che possa accadere diviene più rotonda, solida, nonostante da Boston giungano notizie inquietanti sulla (non) trattativa di cessione della Roma. Mi riferisco all'idea, anzi a più dell'idea, di tenerci Chris & Miki, anzi “Mighi”, detto alla romana, con la 'C' che inevitabilmente diventa una 'G'. Avete presente no? “Luca” che diventa “Luga” e così via. Fonseca ha detto che farà di tutto per tenerseli stretti. Chiaro che qui, parlando di SmallingMkhitaryan, parliamo di giocatori veri. Giocatori che fanno la differenza, come si diceva una volta. Oggi si dice che 'sono un fattore' (insopportabile...) e in ogni caso, problemi fisici dell'armeno a parte, s'è visto che razza di Roma sia quando 'Mighi' sta bene e s'accende, incendiando il gioco offensivo della squadra.

Edin nostro, ha rincarato la dose: "Giocatore fantastico, mi piace giocare con lui e spero che resti per molti anni". Il pensiero di Dzeko si conosce da tempo: lui vorrebbe giocatori con la G maiuscola (non come quella di 'Luga', maiuscola sul serio) e ricordiamo tutti il nervosismo del Cigno di Sarajevo su questo tema. D'altra parte, giocare in Serie A e puntare alle prime posizioni con il solo giovin talento non porta lontano. Almeno qui da noi. Non siamo in Olanda dove puoi fare mirabilie con una squadra di 'sbabbatelli', come direbbe Abatantuono. Detto che quella squadra aveva i Tadic e gli Shone.
Se fosse possibile, partirei con una raccolta di firme, un sondaggio, un flash mob per tenerli entrambi, ci mancherebbe. Anzi, per tenerli tutti e tre (oh, non facciamo scherzi con Edin!). Ahi, ahi, però so bene, avendola seguita passo passo per il QN, che siamo di fronte alla più grave crisi che il pallone ricordi. E allora eccoci qui a confessare timori e paure sulla Roma che sarà. Detto che se si tornerà a giocare, in ogni caso centrare la piazza Champions (quella che porta la grana) sarà complicatissimo e se non si tornerà a giocare, quella piazza non è cosa giallorossa. Quindi, già così il rischio di ridimensionamento c'era. Figuriamoci adesso. Però, aspettiamo di vedere cosa accadrà, con la speranza di tenerci Smalling e Mkhitaryan. E se per questo, dovrà essere sacrificato qualche giovinotto di talento (mai Zaniolo eh! E manco Pellegrini!), lo si faccia a malincuore. Perchè è vero che il calcio è futuro, ma il calcio è anche e soprattutto adesso. E adesso servono più che mai Chris e 'Mighi'. Almeno per me.