110
E vittoria fu! Sette su sette dell'Italia di Mancini, che batte 2-0 la Grecia e trova, come non era mai successo prima, la qualificazione aritmetica a Euro2020 con tre turni d'anticipo. Più difficile del previsto, però, lo scoglio da arginare: la squadra greca, infatti, si è chiusa alla grande, lasciando ben pochi spazi a Immobile e compagni, che nel primo tempo si schiantano contro il muro eretto da Van't Schip

Il secondo tempo, poi, porta un'Italia un po' più dinamica, più veloce e più coraggiosa nell'1 contro 1. Ed è grazie a una giocata della coppia Verratti-Insigne, che arriva il rigore per gli Azzurri, di verde vestito, per il tocco di braccio di ​Bouchalakis. Jorginho è un cecchino dal dischetto e fa 1-0. E' un'Italia che non riesce comunque a brillare anche in vantaggio, colpa di una Grecia che non cambia atteggiamento. Ci vuole un sinistro da fuori di Bernardeschi, sporcato da una deviazione, a dare il 2-0. L'Italia vince ma non brilla, ma, dopo la delusione Mondiale targata Ventura, questa sera può bastare. Gli Azzurri vanno a Euro2020 come primi nel girone.