Commenta per primo
L'Italia vince ancora e fa tre su tre sul campo della Lituania, il ct azzurro Roberto Mancini commenta a Rai Sport: "Abbiamo giocato tre gare in sette giorni. Sapevamo le difficoltà, il campo era difficile e non era nemmeno bagnato. Abbiamo avuto tante occasioni per far gol, ma l'importante era vincere. Oggi era così, se avessimo segnato avremmo sofferto un po' meno".

IMBATTIBILITA' - "Il bicchiere è mezzo pieno, la Svizzera tre giorni fa ha vinto 1-0 in casa. Le partite sono tutte difficili, dobbiamo valutare le condizioni e la brillantezza che non c'è. Ricordo una partita della Nazionale di Sacchi qui vinta 1-0 a fatica: se non le sblocchi loro stanno lì, lo hanno fatto anche dopo il nostro vantaggio, ma abbiamo avuto tante occasioni".

PREOCCUPAZIONE - "Abbiamo rischiato, non eravamo messi bene in campo. Cercavamo di segnare, quindi eravamo messi un po' male e abbiamo commesso qualche errore di troppo, il rimbalzo era irregolare. Un po' di preoccupazione in più c'era".

IMMOBILE - "Vanno valutate tante cose. Ciro ha fatto il massimo, bisogna valutare la condizione fisica dei giocatori, a volte sono un po' appannati. Poi arriveranno i gol con più continuità".
TRE PARTITE - "In una settimana sono dure, ci sono una serie di situazioni come i viaggi. Dobbiamo valutare tante cose quando avremo di nuovo tre gare: sno tutte difficili e vanno giocate al 100%, anche quando non stiamo bene".

ROSE DA 25 - "Penso che possa essere una valutazione giusta, proprio per via dell situazione attuale: se durante l'Europeo dovesse accadere qualcosa a qualche giocatore sarà difficile, potrebbe essere anche giusta".

RAGGIUNTO LIPPI A 25 RISULTATI UTILI - "Sarei contento di raggiungerlo a dicembre 2022. Adesso posso essere felici, ma è una cosa fine a se stessa".