Commenta per primo

Cesare Prandelli, ct dell'Italia, fa il punto dopo gli ultimi due impegni della Nazionale: "La squadra è nuovamente simpatica agli appassionati, ora dovremo operare un nuovo e decisivo balzo in avanti, passando dalla simpatia all'amore. Una cosa è certa. Buffon non brontola più e se prima ero costretto a stimolare i ragazzi, adesso devo frenarli, altrimenti mi prendono il volo. Cassano e Ibrahimovic? E' sinceramente dura reggere il peso di certe pressioni. Li capisco. Il calcio oggi, specialmente in Italia, è una sorta di tritacarne e la cosa peggiore consiste nel fatto che indietro non si potrà tornare".