48

Allo Juventus Stadium di Torino l'Italia batte 2-1 la Repubblica Ceca e si qualifica aritmeticamente ai Mondiali che si disputeranno in Brasile nel 2014. Vittoria in rimonta per gli azzurri, che ribaltano il gol di Kozak con Chiellini di testa e Balotelli su rigore

Cronaca primo tempo: Al 18' Repubblica Ceca in vantaggio: dopo un'azione in contropiede, Kozak sfrutta un cross dalla sinistra di Jiracek e batte Buffon. Fra il 24', il 25' e il 26' tripla occasione per Baolotelli: prima una traversa da due passi a botta sicura; poi, su tiro di Giaccherini, Cech respinge male e Mario da due passi manda incredibilmente alto; infine, da posizione più difficile, spara ancora alto. Successivamente Balotelli viene ammonito per un pestone a un avversario. Al 36' altra occasione per Balotelli, che di testa, da distanza ravvicinata, si vede respingere la conclusione da Cech. Sul finire di tempo, un'insidiosa conclusione di Candreva dalla distanza viene deviata in angolo da Cech e, poco dopo, Kozak fallisce di un soffio il raddoppio. 

Cronaca secondo tempo. Pronti via e subito Balotelli dalla distanza impegna Cech alla deviazione in angolo. Al 51' angolo per l'Italia: Chiellini salta più in alto di tutti e, sfruttando un'uscita non perfetta di Cech, segna di testa. Al 54' Balotelli atterrato in area: dal dischetto SuperMario non fallisce a l'Italia raddoppia. Sul 2-1 l'Italia cala di intensità, dopo un ottimo avvio di ripresa, e i cechi creano qualche apprensione dalle parti di Buffon. Al 70' Kozak (ammonito) stacca di testa e con una bruttissima gomitata colpisce alla fronte Pasqual: per l'esterno, profondo taglio e sostituzione (entra Ogbonna). Nel finale, occasione per Kozak, ma il debole tiro viene parato da Buffon.    

Al di là del preminente interesse di classifica, la gara offriva altri spunti interessanti

A inizio gara, la Figc ha ricordato il centenario della nascita di Silvio Piola, ex azzurro e miglior cannoniere di tutti i tempi in Serie A, campione del Mondo con la Nazionale Italiana nel 1938, l’attaccante che detiene ancora oggi il record del maggior numero di gol (sei) segnati in una partita di Serie A.

Italia-Repubblica Ceca è stato il primo match degli azzurri nel nuovo stadio della Juventus, ed è stata anche la prima gara di Mario Balotelli allo Juventus Stadium: per SuperMario tanti applausi e qualche fischio solo in occasione delle occasioni da gol fallite. 

Inoltre, la partita di questa sera è stata anche quella del record di Gianluigi Buffon, che raggiunge Fabio Cannavaro nella classifica dei più presenti di sempre con la maglia della Nazionale, a quota 136 partite

Qualificazioni Mondiali Brasile 2014, Gruppo 2      

Italia-Repubblica Ceca 2-1

18' Kozak (RC), 51' Chiellini (I), 54' rig. Balotelli (I)

Le altre gare del girone

Armenia-Danimarca 0-1
73' rig. Agger (D)       

Malta-Bulgaria 1-2 
9' Dimitrov (B), 59' Gargorov (B), 78' Herrera (M)           

Classifica: Italia 20, Bulgaria 13, Danimarca 12, Repubblica Ceca 9, Armenia 9, Malta 3