45
Parole importanti, destinate a scatenare una vera e propria asta di mercato. L'attaccante colombiano del Porto Jackson Martinez ha manifestato la propria intenzione di cambiare maglia nel corso dell'estate: "Ora sono concentrato sulla nazionale, ma sono in attesa di sapere quale sarà il mio futuro, perché ho già ricevuto il permesso dal Porto di lasciare il club". Sotto contratto con i Dragoes fino a giugno 2017, Martinez ha una valutazione di mercato non inferiore ai 30 milioni di euro, visto che ha una clausola rescissoria di 35. Anche in questa stagione, tra campionato portoghese e Champions League, il bomber sudamericano ha trovato con regolarità la porta avversaria, con 32 reti in 42 presenze.

LA ROMA SFIDA L'ARSENAL - Dopo tre stagioni al Porto, Jackson Martinez cerca una formazione maggiormente competitiva che gli permetta di arricchire la propria bacheca e di giocare da protagonista in ambito internazionale. I tabloid inglesi vedono in vantaggio sulla concorrenza l'Arsenal, alla ricerca di un centravanti di alto profilo e disposto a versare l'intero importo della clausola, ma i Gunners non sono l'unica formazione interessata. Il giocatore, che è entrato recentemente a fare parte della scuderia dell'agente portoghese Jorge Mendes, piace anche al Valencia, che guarda caso vanta tanti assistiti nel procuratore di Falcao e Cristiano Ronaldo, e ad alcuni club italiani. A Jackson Martinez pensa la Roma, che cercherà una nuova sistemazione a Destro (di ritorno dal prestito al Milan) e non è rimasta per nulla soddisfatta del rendimento di Doumbia, pagato 15 milioni al CSKA Mosca e autore di soli 2 gol in campionato.
NAPOLI E MILAN - Occhio anche a Napoli e Milan, due squadre che in passato hanno trattato il colombiano e che si sono sempre scontrate con le valutazioni mostruose fissate dall'irremovibile presidente del Porto Pinto da Costa. Il club di De Laurentiis ci ha pensato seriamente nell'estate 2013, quando si sentì chiedere più di 40 milioni e preferì investire i soldi incassati dalla cessione di Cavani per Higuain. Il Pipita è un giocatore che, senza la ribalta della Champions League, può partire (anche in questo caso c'è di mezzo l'Arsenal) e per rimpiazzarlo c'è bisogno di un giocatore di pari livello per non demoralizzare una piazza che ha già dovuto incassare l'addio di Benitez. Il Milan, ancora alla ricerca di una guida tecnica affidabile per l'anno della ricostruziome, ha inserito nella lista degli obiettivi un numero 9 di caratura internazionale. Insieme a Ibrahimovic, Mandzukic e Bacca va inserito a pieno titolo anche Jackson Martinez, che il Milan seguì lo scorso anno ma, di fronte alle richieste esose del Porto, ripiegò successivamente senza troppa fortuna su Fernando Torres.