Commenta per primo

Javier Zanetti ha partecipato quest'oggi alla riunione tra allenatori e capitani presso la sede della Lega Serie A. 'Darei tantissimo per giocare Inter-Juventus, ma ci penseranno i miei compagni a dare il massimo - ha dichiarato ai cronisti il difensore nerazzurro, ancora infortunato -. Sarà una grande sfida e non c'è bisogno che dia dei consigli su come interpretarla, tutti sanno cosa dovranno dare. Non so se la Juve sia la favorita per lo scudetto, ma resta una delle squadre più forti. Il nostro obiettivo è quello di giocare alla pari con tutte le squadre che ambiscono ai primi posti. Questo big match si sente tanto, spero che l'arbitro sia tranquillo e che sia solo una partita di calcio. Peccato che per preparare questo appuntamento manchino molti nazionali, ma lo stesso vale anche per la Juventus. Il ricordo più bello delle sfide con i bianconeri? Quella vinta nell'anno del Triplete con il gran gol di Maicon'. 

Zanetti ha parlato anche delle sue condizioni fisiche: 'Sto meglio e spero di continuare il recupero come in questi mesi, ma tempi di rientro preferisco non darne. Milito? L'ho visto bene sia con la Primavera che contro il Lugano, ha fatto anche gol e questo gli darà morale, spero possa andare almeno in panchina contro la Juve. Mazzarri? La sua Inter è una squadra compatta, che sa cosa fare: lui si fa sentire sempre tanto, sia in allenamento che in partita, e gli piace lavorare su ogni dettaglio. Ci voleva un allenatore così. Moratti? Ogni volta che parlo con lui lo vedo tranquillo, vuole fare il bene dell'Inter come sempre. Ha davvero dei sentimenti forti per questa squadra'. 

 

Get Adobe Flash player