Commenta per primo

Comunque vada il futuro è assicurato. Tra gennaio e giugno l'Inter porterà avanti il processo di restyling, che potrebbe toccare anche il reparto portieri. Castellazzi e Julio Cesar danno ampie garanzie, ma con la nuova stagione potrebbero fare le valigie. L'Inter sa di poter contare sul numero uno brasiliano, anagraficamente ancora giovane (è un classe 1979) e con un contratto fino al giugno 2014, sa anche che il nuovo che avanza è di assoluta qualità e potrebbe cambiare le gerarchie.

Il primo vero antagonista di Julio Cesar è Emiliano Viviano, attualmente in fase di recupero dal brutto infortunio al ginocchio. In comproprietà con il Genoa, il numero uno di Fiesole sarà a disposizione dal nuovo anno e in testa ha ben chiaro il suo futuro: "Sono contentissimo di essere all'Inter. Credo proprio che svilupperò qui il mio futuro".

Oltre a Viviano, c'è un altro giovane portiere di proprietà dell'Inter che sta facendo benissimo: si tratta di Francesco Bardi, classe 1992, punto fermo del Livorno di Novellino e da venerdì scorso, della Nazionale Under 21 di Ciro Ferrara (in passato ha vestito la maglia della selezione under 17). Secondo un credo prettamente italiano, Bardi nei prossimi anni salterà da un prestito all'altro, in giro per l'Italia, senza certezze sul suo rientro a casa-base, almeno che l'Inter decida di farlo crescere ad Appiano, all'ombra di Julio Cesar o Viviano.