La storia insegna, o almeno ci prova: poi sta a chi viene dopo decidere di fare tesoro di quanto accaduto in passato o meno. Nei rapporti tra società e allenatori, il passato indica una strada chiara, netta, pulita: quando comincia la stagione, devono esserci le condizioni ideali. Unità d’intenti, obiettivi comuni, identica valutazione dell’organico. In particolare si vede essere convinti, anzi convintissimi l’una dell’altro. E viceversa.

Alla vigilia dell’incontro decisivo tra Agnelli e Allegri, la sensazione - e anche qualcosa in più - è che questa sintonia alla Juventus non esista più.

LEGGI TUTTO SU ILBIANCONERO.COM