36
Massimiliano Allegri si racconta in Inghilterra, al The Independent: “Giochiamo con tanti sistemi e modi di gioco. Per migliorare la squadra bisognava cambiare. Non so come chiamare il modulo, ma il 4-3-3 e il 3-5-2 sono solo numeri, conta come vengono applicati. Rimontare in Serie A? Sono qui per questo. È il motivo per cui ho iniziato a fare questo lavoro e per cui un allenatore è pagato. Guardiola? Quando pensi di avere il vantaggio, nel bel mezzo della partita cambia tutto ed è difficile trovare le contromisure. Arrivai alla Juveconvinto che, con il gruppo di giocatori che avevamo, avremmo potuto disputare una grande stagione e siamo riusciti a farlo. 

La gavetta in provincia è un’esperienza fondamentale per essere un allenatore di successo, perché devi imparare come fare il lavoro. Lippi si rivede in me? È davvero un grande complimento da un allenatore che ha fatto cose straordinarie. Quando ero al Milan, ci siamo sempre qualificati per la Champions, ma ora i loro problemi sono completamente diversi".