140
L'arrivo di De Ligt, le buone sensazioni destate in precampionato da Demiral, le conferme dei soliti Bonucci e Chiellini. Una difesa quella della Juventus che si è indubbiamente migliorata sul mercato e che prova a crescere sul campo, assimilando le indicazioni tattiche di Maurizio Sarri. Un reparto nel quale rischiano di chiudersi del tutto gli spazi per Daniele Rugani, uno degli esuberi individuati dal responsabile dell'area tecnica Fabio Paratici per alleggerire il monte ingaggi e risolvere la problematica questione relativa alla compilazione delle liste per il campionato e per la Champions League.

NON E' CONVINTO - Nelle ultime settimane, la Juventus ha lavorato sodo per trovare una sistemazione all'ex centrale dell'Empoli, ma al momento né la pista Roma né quella che conduce al Monaco si sono riscaldate. I giallorossi hanno virato su Lovren del Liverpool, che vale praticamente la metà di Rugani, mentre la soluzione francese presenta una doppia difficoltà: i bianconeri spingono per una cessione a titolo definitivo e il giocatore non è convinto di questa destinazione, esattamente come è accaduto a fronte dei sondaggi del Wolverhampton. Un problema non di poco per la Juve, perché il tempo stringe da qui al 2 settembre e convincere tutti gli “indesiderati” a cambiare aria rischia di diventare tremendamente complicato.