Calciomercato.com

  • Juve: Bentancur ha scalzato Pjanic e indirizzato il mercato, ma il difficile arriva ora

    Juve: Bentancur ha scalzato Pjanic e indirizzato il mercato, ma il difficile arriva ora

    • Luca Fazzini
    Il problema, nelle gare precedenti allo stop per la pandemia, iniziava a diventare abituale: il calo di rendimento di Miralem Pjanic era evidente. Maurizio Sarri, così, ha puntato sul suo jolly, quel Rodrigo Bentancur tanto stimato dal Comandante per la sua duttilità. E la risposta è stata probabilmente migliore del previsto. L'uruguaiano si è preso le chiavi della Juve con determinazione e personalità: la conferma è arrivata nella sfida dell'8 marzo contro l'Inter. Lukaku e Lautaro annullati, concretezza e intensità a servizio del centrocampo. Sarri, dal canto suo, ci sperava. Perché più volte il tecnico aveva ribadito: "Bentancur ci dà equilibrio, è un ragazzo giovane che può crescere a dismisura. Per noi è un giocatore estremamente importante, oltre che un ragazzo serio". Parole che si sposano con le recenti dichiarazioni di Matthjis De Ligt, autore di un vero e proprio elogio gratuito: "A qualcuno potrebbe suonare strano, ma ammiro Rodrigo Bentancur, giocatore dalle qualità tecniche davvero sorprendenti. Credo che sia parecchio sottovalutato, è un grande giocatore con un grande futuro davanti".

    TRA CAMPO E MERCATO - Sarri ormai lo ha promosso e la conferma è arrivata nell'amichevole in famiglia dello scorso venerdì allo Stadium: c'era ancora una volta lui, e non Pjanic, nel ruolo di regista tra Khedira e Matuidi. Gerarchie definitivamente ribaltate, all'orizzonte c'è un finale di stagione di giocare con l'acceleratore costantemente premuto. Non ci sarà tempo per pause o riposi, sta per iniziare una full-immersion da affrontare in apnea per due mesi. La ripresa del campionato appare un fulmine che squarcia in due i rumors di mercato: dopo tre mesi di voci, indiscrezioni e idee, torna a rotolare il pallone. Intanto, però, la Juve ha avviato i discorsi con il Barcellona per lo scambio Pjanic-Arthur. A prescindere dall'esito della trattativa, ha deciso che sacrificherà il bosniaco, puntando tutto sulle qualità di Rodrigo. Meno tecnico, forse, ma estremamente polifunzionale. È lui il regista del futuro: la Juve lo ha fatto sapere anche allo stesso Barcellona, che nei mesi scorsi si era (invano) interessato. Ora, però, arriva il difficile: la prova di maturità in bianconero

    Altre Notizie