289
La staffetta, anche a sorpresa, tra Filip Kostic e Luca Pellegrini è ormai già stata messa agli archivi. Il mercato della Juve dovrà proseguire sostanzialmente così: esce uno, entra un altro. A centrocampo per esempio è Leandro Paredes ad attendere che qualcuno gli faccia posto, qualcuno con un ingaggio pesante. E se per Arthur la situazione è sempre più complicata (il Valencia non va oltre la copertura del 25% del suo stipendio monstre per ottenere il prestito), resta Adrien Rabiot in rampa di lancio per la cessione. Qualcosa di molto simile a un'intesa di massima tra Juventus e Manchester United è stata raggiunta già da qualche giorno, alla Continassa si attendono di incassare circa 15 milioni di sterline (quasi 18 milioni di euro). Via libera quindi alla trattativa tra il club inglese e l'entourage del giocatore, meno facile del previsto.
IL BLITZ – Un contatto diretto tra Erik Ten Haag e il calciatore ha visto Rabiot esprimere il gradimento al progetto United pur senza Champions. L'aspetto economico è però ben altra cosa, di quello si occupa mamma Veronique con agenti di fiducia. E la richiesta ha rallentato il furore in quel di Manchester: per lasciare subito la Juve e non tra un anno a parametro zero, infatti, il clan Rabiot vuole almeno 10 milioni netti con i bonus. Troppi secondo lo United, che pure tratta con la volontà di arrivare a una fumata bianca. Proprio per questo in giornata è andato in scena il blitz torinese di John Murtough, uomo mercato del Manchester United, per portare avanti i dialoghi con l'entourage del giocatore e provare a ridurre la distanza. La trattativa prosegue, l'uomo chiamato a far posto a Paredes può davvero essere Rabiot.