Commenta per primo

Antonio Conte, intervistato da Sky al termine di Atalanta-Juventus



Juve campione d’inverno.

Abbiamo fatto un girone d’andata straordinario, ci siamo espressi a livelli altissimi. Oggi penso sia stato il coronamento del girone d’andata. Complimenti ai ragazzi perché hanno fatto cose straordinarie. Adesso bisognerà essere bravi a dare il 120-130%. Ognuno di noi sta dando più del massimo, questo spiega il perché siamo in testa alla classifica. Abbiamo messo alle spalle squadre che all’inizio sono partite favorite.

Considera la cabala?

Sono dettagli. Sicuramente è una soddisfazione per i miei ragazzi. Siamo una squadra che merita di laurearsi campione di inverno.

Anche oggi tante palle gol create, ma il gol l’avete trovato dopo.

È sempre meglio avere il problema di sbagliare il gol, piuttosto che quello di non creare. Penso che oggi i ragazzi siano stati bravi sotto tutti gli aspetti, c’era una squadra in campo che ha fatto la partita dall’inizio alla fine, contro un’Atalanta bene organizzata.

Pepe e Marchisio come stanno?

Marchisio ha avuto un problemino al ginocchio e Pepe una distorsione da trauma. Speriamo che non sia niente di grave.

La Juve di adesso è tornata quella di una volta, la squadra da battere?

Per tornare alla Juve di Capello ci vorrà del tempo, però sono contento perché ho dei ragazzi straordinari che stanno facendo cose belle, stanno cercando di superare i propri limiti. Abbiamo fatto 41 punti, siamo imbattuti. Dovremo essere altrettanto bravi, più bravi, nel girone di ritorno, cosa molto difficile, vedendo anche le altre squadre. Sono immensamente felice.

Adesso la società ti deve dare una mano: tipo Caceres e Nainggolan.

Con la società parlo quotidianamente, sappiamo benissimo quello che bisognerebbe fare. Capisco il momento che vive il nostro calcio a livello economico, non ci sono tanti soldi in giro, vediamo come si evolve la situazione. Deve arrivare qualcuno che ci alzi la qualità. Abbiamo delle alternative che si fanno trovare pronte, Giaccherini e Marrone. Ho un gruppo che ha grande disponibilità, cercheremo di dare il massimo su tutto, più del massimo non possiamo fare; se gli altri saranno più bravi, faremo loro i complimenti.