101
Aaron Ramsey c'è. Meglio dirlo sottovoce, la sua carriera purtroppo è piena di partenze e frenate. Ma questa sosta del campionato dovrebbe essere una pausa solo per il calendario, rappresentando il suo vero inizio di stagione. Il gallese è in gruppo, già questa è la miglior notizia possibile per Maurizio Sarri, in giorni che continuano a lasciare un alone di polemiche che stride con i sei punti in classifica e una squadra ritenuta tra le più attrezzate in tutta Europa. Forse troppo e troppo costosa, che poi sono questi i dettagli che lasciano le nuvole sulla Continassa al di là della pioggia torinese di questi giorni. Il raggio di sole intanto c'è, arriva dal Galles.

ACQUISTO DI SETTEMBRE – C'è voluto più tempo del previsto, Ramsey sperava di poter partire già con la Juve per la torunée asiatica. Anche per questo si è messo a disposizione del club a giugno, portando avanti a Torino fisioterapia e programma di recupero dopo la lesione al bicipite femorale rimediata con l'Arsenal la scorsa primavera, ma anche per accelerare l'ambientamento a Torino e studiare l'italiano. Meglio non bruciare le tappe però. E quando sembrava pronto al rientro, con quello spezzone di Trieste che già ingolosiva i tifosi bianconeri, una leggera lombalgia ha rimandato tutto a dopo la sosta.

IL JOLLY - Niente paura, solo precauzione. Tanto più è considerato importante da Sarri, tanto più Ramsey è stato tutelato e verrà aspettato. Mercoledì la Juve è tornata al lavoro, con Ramsey in gruppo, capace anche di trovare la via della rete in acrobazia durante la partitella a ranghi misti di giovedì. D'altronde se Sarri non ha mai messo in discussione il suo posto nella lista Champions, nonostante un'estate inevitabilmente complicata, è perché crede ciecamente nelle sue qualità. Tecniche e di leadership. Sapendo di poterlo utilizzare praticamente ovunque: trequartista, ruolo naturale di Ramsey. Ma anche mezzala o esterno d'attacco. E poi ancora in un centrocampo a due se necessario. Se sta bene, Ramsey può fare la differenza indipendentemente dal ruolo e dalla concorrenza. La buona notizia è che ora Ramsey sta bene. Un acquisto di settembre per la Juve, un raggio di sole in giorni con qualche nuvola di troppo.